Il Ragazzo di Campagna

 

Il ragazzo di campagna è un film comico diretto nel 1984 dalla coppia di registi italiani Castellano & Pipolo, che ne hanno curato anche la sceneggiatura ed il soggetto, ed interpretato da Renato Pozzetto.

Il titolo del film riprende una famosa novella dello scrittore greco Esopo, Il topo di città e il topo di campagna, alla cui filosofia tale commedia si ispira

TRAMA

Artemio (Renato Pozzetto), contadino quarantenne di Borgo Tre Case, un piccolo paese in provincia di Milano, arrivato alla soglia dei 40 anni decide di sprovincializzarsi e di andare a vivere in città. Rifiuta così le avances di Maria Rosa, una giovane amica di sua madre, e si trasferisce nella metropoli milanese dove, tanto per iniziare, diventerà involontario complice di un tentativo di furto effettuato dal cugino Severino (Massimo Boldi).

Inizia successivamente una relazione proprio con la donna derubata da Severino, Angela: una rampante manager ventiseienne di cui egli si innamora subito. Dopo varie disavventure le propone il matrimonio, ma ella rifiuta essendo Artemio disoccupato, povero e costretto a vivere in un costosissimo ma angusto residence.

Spiantato e senza una lira, il protagonista torna al paesello a zappare la terra; nel frattempo però Angela scopre che ha effettuato con successo un colloquio di lavoro per diventare assicuratore: essendo divenuto per lei un “buon partito”, la ragazza accetta la sua proposta di nozze ma Artemio, conscio dei sentimenti non sinceri di Angela, decide di sposare l’unica ragazza che lo ha amato fin dal principio per quello che è, ovvero Maria Rosa, e di vivere con lei per sempre “contadini e contenti

uno dei migliori film di renato pozzetto

Il Ragazzo di Campagnaultima modifica: 2008-07-09T14:40:00+02:00da diavolodelmare
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento