Fracchia contro Dracula

Fracchia contro Dracula, film del 1985 con Paolo Villaggio, regia di Neri Parenti.

Il ragionier Giandomenico Fracchia rischia di essere licenziato da un’agenzia immobiliare romana, poiché non riesce mai a condurre in porto un affare. Fracchia cerca di rifilare a un cliente miope, quasi cieco (il Ragionier Arturo Filini) il castello del conte Vlad in Transilvania. Fracchia parte in macchina con l’acquirente verso la lontana Romania. Sennonché il padrone del castello è il conte Vlad – alias Dracula, il vampiro – che vive là con la sorella Oniria (anche lei è una vampira), e passano le loro giornate dormendo nelle rispettive bare, per vagabondare di notte, terrorizzando e azzannando la gente dei dintorni. Nel castello, zeppo di scheletri e rugginose ferraglie, Fracchia ed il suo cliente passeranno ore terrificanti e avventure. Oniria vorrebbe sposare Fracchia, di cui a suo dire si è innamorata, in luogo di colui (una sorta di gigantesca creatura di Frankenstein) cui Dracula l’ha destinata. Per evitare il matrimonio, i due malcapitati fuggono da una parte all’altra dell’orrida dimora e vengono aiutati da Luna, una simpatica ragazza venuta lì per vendicare la morte del fratello ucciso dal conte Vlad. Alla fine Fracchia conficcherà nel cuore del vampiro il puntale di frassino del proprio ombrello, per poi risvegliarsi poco dopo in un cinema e scoprire che è stato tutto un sogno (o quasi…).

Fracchia contro Draculaultima modifica: 2008-07-21T17:55:00+02:00da diavolodelmare
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento